Materasso contro gli acari
Tutti più o meno sappiamo che un materasso è un potenziale ricettacolo di acari della polvere. Questi parassiti coi quali in genere conviviamo normalmente, trovano nell’ambiente letto una situazione ideale per proliferare: caldo ed umido, specie nei mesi invernali, quando cioè le stanze sono meno areate, unite alle scorie che il nostro corpo rilascia naturalmente e che diventano un appetitoso menu, rendono il nostro letto un hotel a 5 stelle per questi minuscoli parassiti. Logicamente ogni essere che si nutre di qualcosa elimina poi gli scarti del cibo in forma di escremento e sono proprio le proteine contenute negli escrementi degli acari gli allergeni che causano tanti problemi ai soggetti allergici.

L’importanza di un sistema letto pulito:
E’ praticamenete impossibile eliminare gli acari della polvere (d’altra parte se non siamo allergici non è neanche necessario perderci troppo la testa), ma alcuni accorgimenti sono fondamentali per evitare un proliferare eccessivo di questi parassiti.

Materassi:
preferite materassi sfoderabili che abbiano tessuti e imbottiture sintetiche e/o vegetali; considerando che è bene lavare periodicamente le fodere dei materassi, un misto fra imbottiture di poliestere e cotone potrebbe essere la soluzione più interessante; eliminate le fibre animali quali lana e seta che invece attirerebbero gli acari. Alcuni tipi di piume potrebbero invece andare bene, dato che in teoria dovrebbero subire tali e tanti processi di sterilizzazione da renderle asettiche, ma bisognerebbe essere certi che tali processi si siano effettivamente verificati; occhio quindi alle certificazioni.
Se non siete soggetti allergici potete valutare strutture di qualunque tipo, a molle, in lattice, in memory od altri schiumati. Verificate però che questi schiumati siano a cellula aperta, cioè che respirino facendo circolare aria al loro interno. Sembra una cosa scontata ma in realtà la maggioranza dei poliuretani usati sui materassi di fascia medio-bassa è a cellula chiusa, cioè impediscono una corretta traspirazione e aumentano la possibilità di accumulo di acari, batteri e addirittura muffe. Se invece siete allergici agli acari della polvere sarebbe meglio escludere i materassi a molle, tra le cui spire possono formarsi depositi di polvere.

Guanciali:
La scelta del guanciale si rivela altrettanto, se non più, importante rispetto a quella del materasso. I criteri di scelta però sono analoghi: evitate possibilmente imbottiture con fibre animali e preferite materiali sintetici purchè traspiranti (cellula aperta) e lavabili in acqua. Vanno bene quindi lattice, memory foam, fibre di poliestere.

Coprimaterasso e copricuscini:
è sempre utile proteggere materassi e guanciali con apposite coperture facilmente lavabili in lavatrice: è vero che abbiamo consigliato materassi sfoderabili e guanciali lavabili ma il lavaggio di questi oggetti è sempre un po’ complesso ed anche oneroso (le fodere dei materassi matrimoniali andrebbero portate in lavanderia) per cui si consiglia di rivestirli con fodere facilmente lavabili in una lavatrice domestica. Per i soggetti allergici sarà consigliabile l’utilizzo di apposti coprimaterassi e copriguanciali antiacaro.

Coprirete:
Sulla rete tende sempre a depositarsi della polvere per cui è bene coprire anch’essa con un coprirete. Sconsigliamo però quelli economici in feltro in quanto il materiale è elettrostatico e tende ad attirare e catturare la polvere. Meglio un oggetto in cotone.

Altre allergie:
Durante la primavera e l’estate, oltre a quello degli acari, si aggiunge il problema delle allergie ai pollini provenienti dai vari alberi o piante. Purtroppo queste, in relazione al letto, si rivelano più difficili da contrastare, dato che gli allergeni entrano in ogni stanza non solo a finestre aperte, ma siamo noi stessi, quotidianamente, rientrando in casa, ad introdurli nei vari ambienti insieme ai nostri vestiti, scarpe, capelli, ecc. Considerando che passiamo a letto tante ore è consigliabile cambiarsi prima di entrare in camera da letto e possibilmente farsi una doccia in modo da cercare di ridurre al minimo il numero di allergeni trasportati nel nostro sistema letto. Per il resto valgono gli accorgimenti citati prima, cioè munirsi di materassi ed accessori facilmente lavabili

 

Share This