Dormi a pancia sotto? Quale materasso è il più adatto?

Chi dorme prono, cioè a pancia sotto, probabilmente si è già sentito dire più di una volta che sta assumendo una posizione sbagliata che alla lunga potrebbe causare problematiche,  non sempre lievi, alla colonna vertebrale, a partire dalla zona cervicale per finire con quella  lombare. Tra le varie posture che si possono assumere nel sonno questa è quindi certamente da sconsigliare. La maggior parte delle persone però non sa che si ritrova a dormire così quasi sicuramente per colpa di un sistema letto sbagliato, generalmente troppo rigido in proporzione alla sua corporatura. Infatti, se un materasso risulta eccessivamente rigido, non riuscirà ad assecondare la naturale curvatura della nostra spina dorsale (lordosi e cifosi) né, se ci posizioniamo di fianco, a cedere correttamente  sulla spalla e sull’anca,  creando quindi pressioni che in poco tempo ci faranno venire voglia di cambiare posizione,  mettendoci a pancia sotto in modo da appiattirci il più possibile,  così da adattarci noi al materasso e non viceversa.
Le conseguenze più evidenti del dormire prono sono fastidio alla zona cervicale (dato che si tiene il collo in una posizione innaturale) e dolori alla lordosi lombare (in quanto si tende ad inarcarla in una maniera eccessiva). La miglior soluzione è quindi quella di prendere atto che si sta dormendo in modo sbagliato, di andare da un bravo consulente del riposo che vi faccia provare il giusto sistema letto per quelle che sono le vostre esigenze, basandosi sulla vostra corporatura, età ed eventuali patologie. La maggior parte delle persone che si mostrava scettica ad un cambio così drastico di sistema letto e modo di riposare (“ho sempre dormito così fin da ragazzo, non riuscirei a stare in una posizione diversa”), si è poi dovuta ricredere, trovando un enorme beneficio dalla nuova situazione.

Tuttavia  non tutte le persone, soprattutto davanti ad una spesa relativamente importante come quella di un nuovo sistema letto, sono propense a lasciare le vecchie abitudini per provarne di nuove, e quindi preferiscono continuare a perseverare nel loro errore.  In tal caso qual è la miglior soluzione per ridurre al massimo gli scompensi dati  dalla posizione prona? Innanzitutto, se si è soliti fare uso del cuscino, cercare di eliminarlo o al massimo di utilizzarne uno estremamente basso, non più alto di 10 cm., meglio se di 5 o di 7 . La scelta del materasso dovrà invece ricadere su un prodotto tendenzialmente sostenuto,  sempre comunque tenendo conto di quella che è la propria corporatura. Meglio evitare prodotti in memory foam o in lattice e preferire prodotti a molle indipendenti. Non sarà necessario un materasso particolarmente tecnico dato che in fondo gli stiamo chiedendo esclusivamente di rimanere il più piatto possibile; Zone differenziate molto marcate si rivelerebbero addirittura dannose piuttosto che benefiche.

Per non inarcare eccessivamente la schiena potrebbe essere utile acquistare una rete con doghe lombari regolabili in modo da ridurre al massimo il cedimento del materasso nella parte centrale. Questo consiglio risulta particolarmente utile alle signore che per natura hanno una lordosi lombare più marcata rispetto all’uomo.

 

Se siete interessati a porci altri quesiti in merito a questo argomento oppure a rivolgerci altre domande sul sano dormire, ci potete scrivere al seguente indirizzo email: info@tralebracciadimorfeo.it
oppure telefonarci in orario di negozio al numero di telefono 055 42 11 987
o compilando il form cliccando qui

 

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.